Title: Zuccheru è cendera

Author:Navarret i Xapa Alfons
Subject:POETRY
Source:
Download book:
Words Statistic:words statics
 

Number of words for page:
Alfons Navarret i Xapa
Zuccheru è cendera

****************************
intantu e marguerite à labre rosse, e viulette intinte di vazza è i papaveri sunnuti chjappanu l’acqua di l’attrachjata
(Oscar Wilde)
***********************




Principiu à scrive, forse micca

cù e stride rotte, cù albe ch’ùn aghju pussutu circà

assai di più in là di a memoria è u scurdà,



vistigu e rete è i corpi suttili,

u perchè di a morte, o sta tomba di roma è vechjissima,

piena di frasche chì l’auturnu vumita pianu pianu,



è ghjè avà ch’ellu face u freddu, ancu di più freddu,

è passanu taxi per una sera senza piogia,

chì eo, corpu sulitariu di legnu è di cimentu,

aghju solu pussutu fabricà, di ste radiche, qualchì ricordu :



aghju lasciatu e melingrane

in un celu foscu, l’aghju lasciate

è fermanu cum’è un orizonte, senza scrittura.



Mai averia l’ardì di scurdà e serate amaramente,

e pagine cusì bianche è scritte,

o u so corpu serenu, pienu di machje, chì ramentanu à tè,



è ghjè propiù avà ch’o m’arricordu, nè eri, nè mai,

quandu si cala sulenne u sole di stu lamentu

trà u catrame unicu di a stanza,



in u so oscuru disegnu. Intravedu u paesagiu foscu da

quellu tufone trà e tozze, pienu à granci chì, più in là, m’aspetta

cum’è solu una strada cheta di a roma paradisiaca.



Ochji sgranati, i contu cum’è chjarasge, à dui à dui,

è avà rutuleghjanu pè e strette strangulate di a vechja cità,

di a cità vechja



in un carrughju di roma

in un carrughju di roma



è u so nome ùn vene

solu trà e frasche d’un vechju cimiteriu anticu.

...
Page: 1
 

Help

  • Select one or more words an get availables translation in Logos Dictionary.
  • Set the number of words for each page an refresh the content.
  • Go to begin of the document
  • Go to previous page
  • Go to next page
  • Go to the end of document
  • Libri.it

    DINO PARK vol. 2POLLICINOLA REGINA DELLE NIAGARA FALLSCHI HA RUBATO LE UOVA DI MIMOSA?
  • Libri.it
  • Treccani